Come indossare cappe e mantelli d’autunno

L’autunno è ormai arrivato: adoro i suoi colori, il clima mite, le passeggiate nei boschi che rosseggiano. Nonostante ami follemente il caldo e l’estate, mi piace quel momento in cui si tirano fuori dagli armadi i primi maglioncini,  le stole e le cappe: è come ritrovare vecchi amici, li accarezzo, penso a quante volte mi hanno riscaldato, quasi abbracciandomi. Quello di cui vi voglio parlare in questo post è questo: come si indossano stole, cappe e mantelli?

Come si indossano cappe e mantelli?

Innanzitutto, mi piace il fatto che mantelli e cappe si possano modellare morbidamente attorno al corpo. Dopo aver goduto della libertà dell’estate, non mi piace passare immediatamente a capi “stringenti”. Mi piace anche il fatto che sono funzionali ad un indosso a strati, così se fa più freddo posso indossare qualcosa di più pesante sotto – e non sopra perché sennò si ottiene un effetto “ingoffato” – tipo una giacca di lana o un giubbino di pelle o di jeans. Se invece il clima è mite, mi piace metterle sopra una bella camicia in seta, magari con maniche blusanti per avere un outfit più romantico.

Tecnicamente, il mantello è senza maniche e può avere una chiusura al collo mentre la cappa, molto più strutturata, è chiusa da bottoni o cinture davanti e può avere una apertura per le maniche: tra i due preferisco di gran lunga la cappa, meglio se in tessuto non rigido, in modo da ottenere un effetto di morbido drappeggio lungo il corpo.

img-20161002-wa0008.jpg

La cappa in lana morbida in tinta unita, indossata con accessori ricercati come un maxi bracciale, una collana con pendente e una borsa in pelle mi piace tantissimo per un indosso da tempo libero, tipo shopping con le amiche. Sotto, basta indossare un bel jeans, un dolcevita in cashmere magari in tono con la cappa e un paio di ankle booties. Attenzione, anche se low cost, la cappa deve essere rigorosamente ben “speluccata” e stirata.

Tuttavia per un outfit da ufficio, più serioso, o per ottenere un effetto più british via libera anche alle cappe in tessuti più strutturati.

Il mantello, specie se corto  e chiuso da un bel fiocco, può dare un aspetto molto bon ton ad una semplice gonna nera a corolla indossata con mocassini bassi.  Personalmente non amo i mantelli, specialmente quelli  lunghi perché sembrano subito troppo medievali o costumi di scena. Tuttavia, nel haute-couture si sono visti e se avete una serata iperchic, sicuramente il mantello lungo, magari in tessuti preziosi è veramente un must have.

 

Adoro anche  i maglioncini in lana a cappa: indispensabili per le freddolose come me, possono aggiungere volume nella parte superiore del corpo per le famose “donne pera”.

Infine  come si portano le stole, che sono ancora più versatili? Possono diventare una comoda e calda sciarpona una mantella, una top da indossare con cintura…

 

2 Comments

  1. Cocò

    Anch’io adoro un sacco le cappe e le stole, perché mettere in questi mesi già cappotti o piumini mi fa sentire davvero in pieno inverno e, quindi, triste. Ho una stola molto grande di Gucci e la metto in due modi: o mi avvolgo all’interno come se fosse un mantello, facendo attenzione a non creare un effetto “saccottino”, oppure la metto davanti e cadendo lunga sembra quasi una maglia. ps. il tuo blog è bellissimo, complimenti!

Rispondi