La collana di perle: perché averla, anche finta, tra i propri gioielli

Le perle io da piccola – e anche da adolescente – le odiavo. Mi sembrava sapessero di “sciuretta” e “naftalina”e mai e poi mai una rockettara come me le avrebbe indossate.

Quanto mi sbagliavo. Non c’è niente di più affascinante e femminile delle perle: illuminano le carnagioni un po’ spente come la mia, rendono chiccosi i jeans stracciati, sono perfette con il giubbino di pelle, impreziosiscono il vecchio golfino in angora. La cosa positiva è che vanno bene anche quelle coltivate o finte. Scopri le diverse lunghezze e come indossarle continuando a leggere il mio post.

polivore-2polivore-perle

Perle vere, coltivate o finte… l’importante è che siano perle!

Non sentirti triste se non puoi permetterti un filo di perle vere: nel passato moltissime donne celebri hanno preferito quelle low cost, Jackie Kennedy in primis. L’importante è scegliere una buona qualità di quelle finte o coltivate!

Le perle vere sono naturalmente un oggetto del desiderio. Sogno di poter regalare a mia figlia, che adesso ha 3 anni, un filo di perle vere quando ne avrà 18! Ho ben 15 anni per risparmiare, ce la faro ;-)?

Le perle coltivate hanno prezzi abbordabili per tutte, ancora di più se sono perle di acqua dolce. Nelle varie vendite di destoccaggio su Vente-Privee o Saldi Privati si possono fare anche ottimi affari.

Le perle finte sono molto usate anche nell’alta bigiotteria: ho una splendida collana di Ottaviani con giga-perle veramente simili a quelle originali e che richiedono la stessa cura.

Se proprio devo sconsigliare un tipo di perle sono quelle di plastica che trovo orrende!

Le lunghezze delle collane di perle e come indossarle

the-poshmark-app-copia
Immagine da Pinterest/blog.bidz.com

Collarino: si porta a metà del collo, la lunghezza può variare dai 31 ai 36 cm. Perfetto con abiti/maglie con scollo a V o a barchetta, abiti a fascia.

Choker: è lungo circa 40 cm, arriva alla linea del collo. Perfetto indossato anche con altre collane più lunghe.

Principessa: 45/48 cm. Perfetta con scolli tondi o a cuore.

Matinéé: 58-61 cm. E’perfetto per look diurni, come dice il nome stesso, e per l’ufficio. Va benissimo abbinato anche ad un’altra collana più corta tipo choker.

Opera: dai 71 agli 86 cm. E’ una lunghezza già più impegnativa. Si può portare annodata o a due giri intorno al collo. Va bene con i dolcevita, con i vestiti accollati e quelli scollati sulla schiena, facendo ricadere il nodo dietro.

Sautoir, lariat o rope: può essere lunga anche un metro ed era una delle misure preferite di Cocò Chanel. Si può portare con un nodo, arrotolata 2/3 volte attorno al collo, lunga, attaccando un pendente con moschettone, con il nodo sulla schiena…

Ecco una gallery degli indossi che mi piacciono di più… voi che ne dite?

Fai da te

Un filo di perle, un fiocco et voilà… l’accessorio è pronto!

 

6 Comments

  1. theshowear

    Grazie al tuo post ho imparato molto sulle collane che solitamente non indosso, ma mi hai fatto venire voglia di farlo,soprattutto le perle che come te consideravo da “sciuretta”! 😉

Rispondi