Come riciclare il tuo guardaroba estivo per l’autunno

L’autunno si avvicina a grandi passi… per me settembre, è già autunno, anche prima del 21: si riprende il lavoro, ricomincia la scuola, le giornate si accorciano, l’aria è freschina (qui al nord questo we è diluviato!): come organizzare il proprio guardaroba in modo che sia adeguato a questa stagione di cambiamenti e sbalzi di temperatura? Ecco qualche dritta.

dress-2583092_960_720

  • Non mettere via tutti i vestiti dell’estate: dovrai archiviare solo quelli tipicamente estivi: per esempio, i maxidress a balze in pizzo San Gallo o con fantasie tropicali, gli shorts in lino,  le minigonne, i top corti, gli abiti con troppi spacchi svolazzanti o molto scollati che magari usi solo per il mare etc etc. Anche il colore ha la sua importanza. Per l’autunno a me piace scegliere colori in linea con la stagione quindi abbandono le tinte fluo, le fantasie e le cromie troppo accese, i colori pastello e tengo tutto ciò che appartiene a una sfera di colore più neutro: rosa cipria, avorio, grigio, tabacco, nude… se voglio dare un tocco di colore lo faccio con le tinte di stagione come il senape, il bordeaux, il verde, il color zucca etc. Molto importante: le fantasie floreali su fondo chiaro saranno un grande trend del prossimo autunno inverno: quindi hai un abitino del genere in seta, tienilo pure tra le cose da indossare nei prossimi mesi :-).
  • Valuta bene i tessuti e i tagli: tutti i vestiti che sono rimasti da questa prima scrematura li devi sottoporre ad un ulteriore controllo relativo al tessuto. Saranno da archiviare tutti i capi troppo leggeri e quelli con tagli prettamente estivi. Es. Io ho una blusa in seta che, per quanto riguarda il tessuto, potrebbe andar bene anche per l’autunno ma il taglio molto largo e la scollatura pronunciata la rendono molto “aperitivo a Ibiza”… quindi la archivio nelle cose estive.

  Da tenere, o ritirare fuori dall’armadio sono:

  – jeans e capi in denim

         – capi in seta, viscosa e cotone sostenuto (come sai ho una passione per i tessuti      naturali), anche con maniche corte o addirittura a canottiera.

  • valuta nuovi abbinamenti con i vestiti che hai scelto. Questa è la parte più creativa e divertente.
  • Il vestitino in seta a maniche corte diventa perfetto con degli ankle bootie e il chiodo;
  • sempre lo stesso vestitino in seta può essere indossato in modo formale, per l’ufficio, con delle decolleté chiuse con tacco medio e una giacca;
  • il vestitino senza maniche può essere indossato con una maglia a collo alto sotto;
  • un vestitino a fiori in seta andrà benissimo abbinato a una blazer serio o a una giacca militare o ad un park;
  • la canottiera in seta è perfetta come sottogiacca sia con i pantaloni che con i jeans e un blazer o un cardigan lungo in viscosa;
  • i jeans con la blusa in seta a maniche lunghe diventano stilosissimi;
  • la solita gonna longuette è perfetta con la t-shirt;
  • i pantaloni a sigaretta neri vanno benissimo con la canottierina (basta che non sia esagerata!) e il blazer di cotone;
  • la maxi camicia bianca in vita può essere utilizzata con leggins e stivaletti open toe, con i jeans, o con una longuette e una cintura obi legata in vita;
  • la giacca kimono con la camicia bianca e i jeans va benissimo.

img_9568img_3802

  • vestiti a strati. Questa è una regola banale ma importantissima: quanto progetti i tuoi outfit non dimenticarti mai di aggiungere anche un capo per coprirti in caso di repentino cambio delle temperature.

La regola per aggiungere strati è: metti uno strato corto se sotto hai una gonna o vestito ad A. Se invece hai qualcosa di scivolato, un vestito o i jeans skinny scegli pure anche un capo lungo. Questo per evitare di finire “infagottate” negli strati.

img_4839

  • l’importanza delle scarpe. Le calzature rivestono un ruolo importantissimo nel guardaroba di transizione. Come diceva sempre mia nonna “se hai il piede caldo, il tuo corpo starà bene”… quindi: puoi tenere le gambe nude e rinunciare alle calze ancora per un pochino ma assicurati di avere delle calzature chiuse. O se metti sandali puoi abbinarli con calzini o collant colorati, quando sarà più freddo.
  • gli accessori: chiaramente gli accessori tipicamente estivi, come cappelli o borse in paglia, infradito etc, sono da riporre nell’armadio. Via libera a pashmine e foulard(qui sei modi differenti per indossare un foulard).

La lista dei capi per me indispensabili per questa stagione:

  • trench o impermeabile in color beige classico;
  • chiodo o giubbino in pelle;
  • jeans;
  • t-shirt bianche;
  • blazer in cotone in colori “da ufficio”: blu, nero, grigio;
  • decolleté con tacco 5 cm;
  • tronchetti spuntati;
  • leggins in ecopelle;
  • giacca kimono;
  • biker di colore chiaro o tabacco;
  • foulard o pashmine in materiale non troppo estivo.

Quali sono i tuoi indispensabili per questa stagione?

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...