Come star bene nei propri vestiti: 8 trucchi per sentirti bene con te stessa

I vestiti raccontano tanto di noi. Non sono solo pezzi di stoffa: esprimono la nostra identità, il nostro modo di percepirci e di essere percepite dal mondo esterno. Certe volte però i nostri vestiti possono metterci a disagio per diverse ragioni. Scopri qui come star bene ed essere sicura di te con i tuoi abiti con 8 semplici trucchi!

abiti

A me capita sempre con i tacchi alti: ogni volta che li indosso, anche se le mie gambe e i miei piedi sono in gran forma senza vesciche o gonfiori, io inizio a sentirmi a disagio. So che mi si gonfieranno i piedi, che inizierà a farmi male la schiena, che inciamperò mentre cammino e così via. Il bello è che inizio davvero a sentire i doloretti che arrivano. Risultato: ogni volta che li indosso mi sento insicura e tendo a muovermi di meno.

Oppure con i capi in poliestere. Anche se non sono sudata, ogni volta che indosso una blusa in poliestere inizio a sentire quell’odore che odio e che mi fa sentire insicura e chiudere a riccio nei confronti degli altri.

Questi sono due esempi tratti dalla mia vita quotidiana ma sono sicura che anche tu ne hai, anche differenti, tratti dalla tua routine giornaliera.

Ecco i miei consigli per sentirsi bene con i propri abiti.

  • Indossa vestiti che si adattino alla tua forma del corpo

Niente ti fa sentire insicura come indossare capi che non vanno bene per il tuo corpo e mettono in risalto i tuoi punti deboli. Per esempio, indossare certi corpetti tirolesi se hai poco seno o abiti con la cintura in vita se hai la pancetta. Prova a pensare a che forma del corpo hai: quali sono i tuoi punti forti e quali sono quelli che vuoi coprire? Qui sotto i miei articoli con le indicazioni per le principali fisicità, da cui puoi trarre spunto:

 

  • Costruisci outfit per le diverse occasioni e scriviteli

Pensa ad un outfit che ti ha fatti stare bene in passato…come era composto? Pantaloni o gonna? Se erano pantaloni come era il colore e il taglio? Erano a sigaretta o palazzo? Il tessuto era fermo o fluttuante? La gonna era svasata o a stretta? Prendi nota di tutte queste variabili e cerca di costruire il tuo abbigliamento giornaliero nello stesso modo, utilizzando la stessa tipologia di capi che ti fanno stare bene. Trovare una divisa che ti faccia stare splendida ti renderà piú sicura con te stessa e con gli altri oltre a farti risparmiare tempo. Qui il mio articolo dedicato alla creazione delle divise.

  •   Indossa vestiti della tua taglia

Quante volte per nascondere delle imperfezioni tendiamo ad infagottarci in capi oversize? Credo l’abbiamo fatto tutte… l’effetto che si ottiene è però il contrario: tutto quel volume del tessuto non fa altro che aggiungere volume e peso alla zona che vorremmo apparisse più magra. Quindi… indossa abiti della tua taglia e usa degli accorgimenti per nascondere le imperfezioni (trovi qualche dritta negli articoli sopra dedicati alle diverse fisicità)!

  • Scegli colori che ti stiano bene e che rispecchino la tua personalità.

Nella scelta dei colori, la regola fondamentale è non seguire la moda ma scegliere cromie che donano al nostro incarnato e alla nostra personalità. Scegliere i colori adatti per sè non è facilissimo: esistono molti manuali e numerosi test. Diciamo che la cosa più semplice da fare è questa:

  • Scegli vestiti che ti stiano già bene all’indosso nel camerino

A me è capitato mille volte di comprare un abito anche se mi faceva difetto o era troppo grande perché era un super saldo o “tanto la sarta lo aggiusta”.  Quando vado a risistemare armadi di clienti, un buon 40% di capi che decidiamo di eliminare dal guardaroba sono proprio di questa tipologia: capi così scontati che era impossibile non comprarli o abiti con forme stranissime che dovevano essere risistemati ma che non sono mai stati portati dalla sarta.

Il risultato di questo modo di pensare è uno spreco di tempo, soldi e non consideriamo il senso di frustrazione per il fatto di avere  l’armadio ingombro di cose inutili. Quindi, quando vai ad acquistare un capo, guardati bene allo specchio per vedere che ti cada bene e non faccia difetto: controlla le cuciture, la composizione del tessuto e le modalità di lavaggio.

  • Pensa a quello che fa star bene a te e non alle mode 

Qui non c’è bisogno di dilungarsi: una volta trovata la divisa che ti fa star bene, utilizzala senza ritegno! Per rimanere comunque aggiornata sulle mode, se questo è il tuo desiderio, non deve essere mai un’imposizione, gioca con gli accessori e i colori (solo quelli che ti piacciono e si adattano a te).

  • Scegli vestiti che si adattino alla tua vita

Che vita fai? Come è composta la tua giornata tipo? Cammini tanto? Passi molto tempo sui mezzi pubblici? Sei sempre di corsa divisa tra bambini, lavoro e famiglia? Il tuo abbigliamento deve supportarti durante la giornata non rendertela difficile. Anche qui ti porto un esempio dalla mia vita quotidiana: sono sempre di corsa tra ufficio e bimba… I tacchi alti non mi piacciono ma non voglio sentirmi racchia o poco seducente. Ho smesso quindi di comprare scarpe con il tacco 12 a spillo e ho scelto modelli bassi ma molto strong oppure con un tacco che non superi i 7 cm. Per quanto riguarda i vestiti, scelgo capi che non mi ingombrino o mi stringano eccessivamente.

  • Utilizza gli accessori per evidenziare i tuoi punti forti

Quali sono i tuoi punti forti? Trovali e mettili in evidenza! Hai delle belle mani? Usa un anello per metterle in mostra! Hai una bella vita sottile? Usa una cintura per evidenziarla e così via…

Quale è il tuo outfit preferito? Quello che ti fa stare sempre bene?

Rispondi