Creme anti-inquinamento: la mia esperienza con Pollution Free

Nei giorni scorsi, ho avuto la possibilità di provare i prodotti della Linea Pollution Free, che mi hanno incuriosito per il loro effetto “anti-inquinamento” ma non solo. Ve li racconto nel mio nuovo post!

Anche se ho ormai passato i 40 anni, sono fortunata e non ho, per ora, particolari problemi di rughe. Ho, invece, soprattutto durante i mesi invernali, problemi di colorito spento, disidratazione in certe zone del viso e macchie cutanee che spuntano come funghi, alcune più chiare altre più scure, oltre a brufoletti vari.

Lavoro in una grande città, Brescia, che come tutte le grandi città ha i suoi problemi legati alle polveri sottili, inquinamento, traffico etc: ci sto tutto il giorno e sulla mia pelle si deposita questo sporco che c’è nell’atmosfera. Me ne accorgo quando la sera mi strucco… sarà capitato anche a voi di trovare la salviettina veramente sporca, e non solo di trucco, e di pensare a tutto ciò che rimane sulla pelle durante il giorno!

Questa linea di prodotti Pollution Free va a lavorare proprio su questo tipo di impurità: gli attivi principali contenuti aiutano a purificare l’epidermide e a migliorare proprio le problematiche di cui soffro io.

Clicca qui per visitare il loro sito

Design senza titolo

Pollution Free: i principali attivi

Sono la zeolite e l’estratto di germogli di crescione.

Sulla zeolite mi sono informata: è un minerale di origine vulcanica presente in molti integratori alimentari proprio per i suoi effetti purificanti e protettivi. È stata utilizzata in integratori alimentari dati alle persone colpite dalle radiazioni dopo il disastro di Chernobyl – chi ha la mia età se lo ricorda bene – ed è stata utilizzata anche dopo i fatti di Fukushima.

La sua struttura microporosa intrappola le tossine e stimola la depurazione dell’organismo.

L’estratto di germogli di crescione è un ulteriore agente anti-ossidante e detossinante.

Da test di laboratorio, è risultato che la pelle è protetta il 49,7% in più con l’utilizzo di questa crema, proprio grazie alla zeolite.

Sono inoltre prodotti privi di siliconi, allergeni e parabeni.

Pollution Free: i prodotti che ho testato

Ho provato la Urban Face Cream H24 e il Face Urban Shield.

La  Urban Face cream è una crema molto leggera ma comunque molto idratante al tempo stesso. La profumazione è delicata e va bene sia per uomo che per donna, il che è molto utile perché lo stesso prodotto può essere usato da più membri della stessa famiglia.

Anche se si va in vacanza o si parte per un weekend fuori porta mi sembra comodissimo il fatto di dover portare un solo prodotto per tutti e non i soli beauty case stracolmi ;-))).

Il mio prodotto eroe

Da quando l’ho ricevuto, ho praticamente sempre in borsa Il Face Urban Shield, uno spray leggero e delicatamente profumato che, oltre a proteggere la pelle dalle aggressioni esterne, è perfetto per fissare il make up o per dare una rinfrescata salutare al viso durante il giorno.

Oltre a questo mi piace utilizzarlo durante lo sport: con l’arrivo della bella stagione, devo riprendere la forma fisica e oltre al pilates, sto camminando molto all’aria aperta. Spruzzarsi il Face Urban Shield sulla pelle accaldata è una piccola coccola di piacere, come vedi dalla mie fotografie.

IMG_1376

Pollution Free: gli altri prodotti della linea

La linea Pollution Free è molto ricca: oltre a questi prodotti ci sono anche quelli dedicati alla pulizia del viso, quelli per la rigenerazione, con una maschera esfoliante e il siero.

Acquisterò sicuramente il “City spray solution”, lo spray specifico per corpo e capelli, perché mi piace pensare di proteggere e rigenerare anche la mia chioma.

Per approfondire

Ti lascio direttamente il sito di Pollution Free, basta che clicchi qui sotto!

SITO

#activebeauty #healthyskin #activelifestyle #skin #pollutionfree #cleanbeauty #skindetox #active #antipollutioncosmetics #ad